Libero è chi cambia sesso (come Bruce Jenner)

Questo articolo è stato scritto per Virgin Radio.

Libero è chi investe sull’inizio e non inciampa nell’invecchiamento. In meno di di 4 giorni, lo 0,0001 della vita media di un italiano, la stampa si è interessata di una maratoneta 90enne e di una laureata con più di cent’anni.

Libero è chi non pone un confine, stagionale, al cambiamento e si affaccia al domani come un adolescente. Su questa attitudine gli Stati Uniti stanno costruendo la loro, ennesima (e auspicata), rivoluzione culturale.

Libera è la settantenne di Grace & Frankie (la nuova sfavillante serie di Netflix con Jane Fonda e Lily Tomlin) che non rinuncia al sesso e si regala una nuova relazione (il marito la molla per convolare a giuste nozze con lo storico amante) se e solo se il cavaliere la sbaciucchia al buio.

Libero è il settantenne di Transparent (la punta di diamante della produzione di Amazon Studios) che dopo aver sistemato tutto decide di non rimandare un cambiamento spesso: Mort vuole congedarsi dal piante solo dopo aver cambiato sesso.

La felicità dell’uno e la favola convergono nello stesso centro, nello stesso presente scandito dalla storia dello sportivo Bruce Jenner che vuole essere chiamata Caitlyn (foto) e il confronto globale sui bambini trans.

Libero è chi non giudica e gioca, ogni giorno, con la grammatica. Ognuno dovrebbe preferire un punto di domanda a uno esclamativo.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...