L’acaro delle meraviglie

Questo articolo è stato scritto per Lettera43.

I riflettori della tv si sono spenti a Terzigno. Gli scontri registrati nelle ultime settimane si sono persi nell’etere ma non su internet dove gli utenti vogliono capire i danni reali che potrebbe causare l’immondizia non eliminata.
Secondo un’inchiesta di AnnoZero, il programma di Michele Santoro, negli ultimi due anni nella provincia napoletana sarebbero aumentati i tumori alla tiroide. Questo preoccupante fenomeno  sarebbe provocato proprio dalla mancata pulizia delle strade.
L’espansione della malattia rara non è l’unico fatto su cui si interrogano i cittadini in rete. Il 4 novembre i principali siti d’informazione italiani dedicavano parte della propria home page ad un particolare limone raccolto nelle campagne di Terzigno, a poche decine di metri dalla discarica di Sari.
«L’agrume», secondo i cittadini contrari al piano rifiuti del Governo, «è un mostro. La prova inconfutabile e terribile della natura che si ribella, che non accetta compromessi, non si fa comprare dal vile denaro».

L’acaro delle meraviglie
La mutazione del limone non è stata provocata dai rifiuti. L’agrume avrebbe cambiato aspetto dopo essere stato attaccato dall’Eriophyes Sheldoni conosciuto ai più come l’acaro delle meraviglie.
Questa è la tesi di Luciano Gaudio, direttore del Dipartimento di Scienze Biologiche dell’Università Federico II di Napoli.
«Siamo abituati a vedere cose perfette, ma non consideriamo che proprio per questo almeno un 20% della frutta viene scartato», ha dichiarato Gaudio. «Un’altra parte entra in linee di produzione diverse, come i succhi di frutta. Eppure chiunque abbia un orticello sa che spunta il pomodoro lungo, quello più corto, quell’altro con la punta storta».
Il professore al Corriere del Mezzogiorno ha inoltre spiegato che le campagne napoletane non sono danneggiate dalla sbagliata raccolta dell’immondizia. Alcune delle sostanze tossiche che si trovano nelle falde acquifere del Vesuvio sono i residui dei rifiuti pericolosi, smaltiti senza rispettare la legge.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...