il (poco) favoloso mondo di coco

Ogni film, per una serie di condizioni, presenta sempre un prequel e un sequel. Ogni singolo frame si innesta in un flusso che potrebbe accentuare, o diversamente screditare, ciò che si è visto.

Prequel di Coco Avant Chanel (tratto da un sms mandato ad un amico).
Sala sufficientemente piena. Sciure. Soprattutto. Tutte sopra la sessantina. Tanta lavanda. E teste tinte di lillà.

Sequel di Coco Avant Chanel (ipotizzata dopo aver sentito Burt Bacharach alla radio)
Non c’è volgarità peggiore di quella travestita di finta, ostentata, eleganza.

P.S. Dopo la visione del nuovo film di Audrey Tautou si capisce perché “il favoloso mondo di Amelié” non poteva essere diversamente. Su quello splendore narrativo l’attrice non ci ha più lavorato.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...