a, b, coscienza

“Chi controlla i controllori?” nella sua banalità è stata la domanda (avanzata da un distratto interlocutore con il quale mi sono confrontato prima delle scorse elezioni europee) che mi ha fatto più riflettere. Probabilmente, e ci penso mentre scrivo questo post, i buoni risultati di Lega e Idv sono (anche) un riflesso di tale dubbio.

Di una domanda a cui sempre più sono convinto che ci sia un’unica risposta. Un unico soggetto. La coscienza. Propria e comune.

N.B. Tale ragionamento è stato partito dopo aver assistito ad una scena che non promette uno scenario sufficientemente ispirante.
A deve essere controllato da B. Ma B ha una relazione con C. C è legato anche ad A. A ha saputo da C che B lo controllerà.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...